Venerdì 03 agosto – Santa Lidia di Filippi

Lidia (… – I secolo) è stata una donna originaria di Tiatira, abitante a Filippi, convertita al cristianesimo da san Paolo; è venerata come santa da tutte le Chiese che ammettono il culto dei santi. Di Lidia si hanno notizie negli Atti degli Apostoli: essa viene descritta da san Luca come una figura esemplare di donna cristiana. Lidia, come narra il libro, vive a Filippi, prima città europea raggiunta da san Paolo, dove commercia stoffe pregiate. Proviene da Tiatira, città dell’Asia situata tra Pergamo e Sarni, famosa in quei tempi per le sue tintorie della porpora.
Lidia, quindi, è stata la prima persona europea ad essere battezzata.
Lidia è una donna intraprendente, benestante e indipendente e con diverse qualità. Luca la descrive «credente in Dio» quindi aggregata alla sinagoga, senza essere giudea. Lidia fa parte di un gruppo di donne ebree che si riuniscono a pregare lungo il fiume nelle vicinanze della porta della città, probabilmente per mancanza di una propria sinagoga dove poter pregare. Durante queste riunioni si può immaginare il gruppo di donne ad ascoltare, ma non con la stessa attenzione e curiosità con cui ascolta Lidia. Infatti Luca scrive «il Signore le aprì il cuore per aderire alle parole di Paolo», quindi lei non si limita ad ascoltare il Vangelo, lei lo applica. Per Lei l’unica cosa che conta è il Vangelo. Infatti diede ospitalità agli Apostoli, quasi costringendoli. Per Luca, Lidia è una donna che si caratterizza per le sue fondamentali virtù: fede e ospitalità.